venerdì 6 febbraio 2009

Una pagina vergognosa. Una offesa permanente alla Democrazia italiana. Scriviamo a Napolitano!

Nonostante la lettera del Presidente della Repubblica, il consiglio dei ministri ha approvato all´unanimità il decreto-legge per vietare la sospensione di alimentazione e idratazione fino al varo della legge sul testamento biologico...
Le dichiarazioni di Berlusconi, oggi pomeriggio, sono da ricovero in ospedale psichiatrico per delirio di onnipotneza:
"Non farò omissione di soccorso"
"Ogni sforzo per non farla morire. Eluana potrebbe fare figli"
"Se non ci fosse la possibilità di ricorrere ai decreti tornerei dal popolo a chiedere il cambiamento della Costituzione e del governo"
"Se il presidente della Repubblica non firmasse il decreto, noi inviteremmo immediatamente il Parlamento a riunirsi ad horas ed approvare in pochissimo tempo, due o tre giorni, una legge che anticipasse quella legge che è già nell'iter legislativo, e cioè quella che contiene questa norma"
Siamo alla cronaca in diretta della fine della Democrazia del Diritto (oltre che a una sceneggiata indecorosa fatta solo, probabilmente, per ottenere l'appoggio dei vescovi alle elezioni in Sardegna).
Questo è il fac simile di una lettera al Presidente della Repubblica. Io l'ho spedita... per inviarla basta un click (o copia-e-incolla): https://servizi.quirinale.it/webmail/
"Caro Presidente Napolitano, nonostante i suoi recenti richiami alla moderazione riguardo all’uso dei decreti legge, apprendo con ansia il comunicato del Presidente del Consiglio dei Ministri, col quale annuncia un provvedimento sotto forma di decreto legislativo, appunto, d’urgenza in materia di testamento biologico, volto chiaramente a bloccare l’esecuzione della sentenza della Corte di Cassazione, riguardo il caso della Sig.ra Englaro. Mi chiedo se il Governo si renda conto che tale decretazione è in contrasto con l’art. 77 della Costituzione, vista l’indimostrabile natura di “straordinaria urgenza” e con l’art. 101 poiché si configura come una vera e propria censura politica di una sentenza definitiva, minando la base elementare di uno stato di diritto, la divisione dei poteri. Scrivo a lei che è il Garante della nostra Costituzione, a lei che saprà di certo vigilare sulla deriva meramente decisionista di provvedimenti di questo tipo e preservare il potere legislativo del Parlamento, l’unico organo delegato dal popolo per rappresentarlo, cui spetta la sovranità della Repubblica. Firma e città"
Certo che un governo che si prepara a far seccare gli immigrati cercando di dissuaderli ad andare dal medico e poi che lecca così il culo a Ratzinger, è la prova lampante di quanto siano falsi i gerarchi della chiesa cattolica.
Eccolo qua, il PDL, pronto a calarsi le braghe davanti alle pressioni del vaticano, alla faccia delle libertà dei cittadini italiani e delle Sentenze della Magistratura.
Come Mussolini, l'anticlericale socialista che, giunto al potere, non ci mise molto a decidere che leccare il deretano dei sottanoni vaticani era molto più comodo... e quindi firmo' il Concordato e fece della religione cattolica la religione di stato.
Mi auguro che i sardi possano essere il primo schiaffone meritato a qusta manica di cialtroni. L'Italia intera ne ha bisogno!
http://www.gattostanco.it

1 commento:

Piero ha detto...

senza fine, adesso il Padre di Eluana viene bollato come assino. quindi ricapitolando mangano è un eroe e Beppino Englaro è la vergogna dell'italia.
caro silvio io la vedo diversamente per me Beppino è un eroe e mangano è in quanto mafioso la vergogna dell'italia, come te del resto.
la vera tristezza è che ha fatto tutto questo per fare un favore al nazi-vaticano e per distogliere l'attenzio sull'ennesima violenza alla giustizia italiana a suo vantaggio.