lunedì 9 febbraio 2009

Gli avvoltoi che si avventano sul cadavere di una donna morta 17 anni fa. Grazie, Peppino, la battaglia adesso è nostra

Eluana Englaro era morta 17 anni fa.
L'onnipotente di Wojtyla prima e Ratzinger poi, ha avuto più di tre lustri per compiere il miracolo, ma non lo ha fatto. Evidentemente gli interessava di più sciogliere il sangue di San Gennaro o fare piangere inspiegabilmente qualche statuetta della Madonna...
Ora il padre di Eluana, una persona splendida che ha voluto affermare un principio di libertà, pur sapendo che una scorciatoia sarebbe stata più facile, potrà finalmente avere pace... perchè la sofferenza, in questi anni, era soprattutto la sua...
Sarà lui a doversi estraniare per non sentire il gracchiare degli avvoltoi, i Quagliariello, i Gasparri, che cercheranno un minuto di celebrità sentenziando che una povera giovane bella e magari quasi-sana è stata uccisa di fame e di sete da un padre cattivo ed egoista. Sì, parlamentari e sciacalli: Peppino, spegni la TV e non ascoltarli. Non hanno diritto di disturbare il tuo dolore.
La Sentenza della Suprema Corte è stata rispettata, così come la volontà di Eluana ed il rispetto della libertà di rifiutare le cure sancito dalla Costituzione. Il colpo di stato lecca-vaticano di Berlusconi è stato fermato da un buon Presidnte della Repubblica, difensore della Legge e della Costituzione.
Adesso la battaglia per il testamento biologico, per la libertà di scegliere o meno di interrompere le cure e le terapie, di essere proprietari della propria vita non è più di Peppino Englaro: è nostra.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Non voglio commentare quello che Eluana, e la sua famiglia, ha dovuto subire in tutti questi anni.

La cosa che, ancora una volta, mi procura sconcerto è prendere atto di quello di cui sono capaci i nostri "politicanti".
In particolare il nostro capo di governo capace di "approfittare" di ogni cosa per il proprio tornaconto, per forzare la mano a Napolitano e spianarsi la strada per la firma dei decreti sulle intercettazioni e/o sulla riforma della giustizia che seguiranno nei prossimi giorni!
Non sono ancora riuscito a capire se sono io il cretino che ancora si stupisce di quello che fa o se è lui che mi sposta sempre più in là il limite della decente. Propendo per la seconda ipotesi! :-(

Lorenzo (The Radarman)

fabiosire ha detto...

cari amici del blog:

ormai penso che berlusconi abbia la stessa lucida pazzia di Hitler che si traduce in un delirio di onnipotenza.
Ho sempre più la sensazione che siamo governati da una persona vecchia che ormai non ha più la salute mentale per poter prendere decisioni sensate ed in linea con un governo.
Caro berlusconi dieci anni fa non mi piacevi ora mi fai paura visto che mi sembri un pazzo alla ricerca non di soluzioni sensate ma solo di consensi che non danno nessun aiuto a noi italiani...
ciao fabiosire

Qquadro ha detto...

Citazione che descrive la mia opinione...

"Se c’è un Paradiso, la signorina Eluana Englaro ora sicuramente ci abita. Se c’è un Purgatorio, è già stata rinchiusa là dentro per 17 anni, senza colpa. Se c’è un Inferno, spero che ci vadano i farabutti che hanno speculato e speculeranno sul suo corpo."

V.Zucconi

fabiosire ha detto...

l'italia non è una nazione ma un'associazione a delinquere governata da luridi sciacalli drogati che ieri sera alle 20.10 sentendo la notizia della morte di Eluana si sono ingiuriati, minacciati e hanno fatto uno spettacolo degno di uno zoo.
Che schifo abbiamo un parlamento da terzo mondo dove regnano minacce, insulti, spinte, schiamazzi? Mi domando quando ci sarà l'assassinio del nuovo "MATTEOTTI" ?
ciao fabiosire

Piero, centuaro bo ha detto...

mi vorrei unire al ringraziamento rivolto a Beppino. Grazie davvero. spero che adesso la famiglia Englaro, come Eluana, possa avere pace.