lunedì 30 maggio 2011

Una bella giornata per gli italiani

A Berlusconi (che per primo aveva voluto "giocare" la carta del test nazionale su sè stesso) sono arrivati due schiaffoni giganteschi (più altri meno importanti, ma comunque dolorosi come Cagliari, Trieste etc.).

Bene. Ci volevano.

Pisapia potrà dare un'occhiata anche agli enormi (e non sempre limpidi affari) che Moratti, Formigoni & c. stavano facendo con i miliardi dell'Expo.

Il risultato di De Magistris (che dovrebbe metter su una squadra di giovani tecnici molto slegati dalla vecchia classe politica napoletana) è uno splendido e sonoro schiaffone anche alla "vecchia" casta napoletana bassoliniana/dalemiana che tanto male ha fatto allo stesso PD e a tutto il centrosinistra... Governo Prodi compreso.

E' una bella giornata, questa, a mio avviso.

Ora va capitalizzata.Ma finalmente, è la prova che un'alternativa è possibile.

Che Berlusconi si può battere e che la gente non gli crede più ogni volta che racconta favole, bugie o barzellette.

E forse è il segnale che può smuovere anche il centrodestra a ricercare una nuova leadership ed un nuovo modo di fare politica, magari più vicino a quella destra moderna, moderata ed europea, liberista e legalitaria, così distante dall'arrogante e cialtronesco berlusconismo.

Rispetto agli ultimi tempi, oggi ci si vergogna un po' meno, ad essere italiani :-)

E, mi raccomando, non prendete impegni per il giorno dei referendum: dobbiamo raggiungere il quorum!

1 commento:

Snail Hand Serrati ha detto...

Pisapia, una volta verificato il mostruoso buco che hanno lasciato i suoi predecessori è inorridito... il problema è che adesso tutti i lavori per l'EXPO 2015 si sono fermati... e non solo quelli. Non ci sono più soldi! E chi paga questo disagio siamo noi cittadini. Milano è un cantiere aperto, le periferie sono un disastro. Senza contare che i soldi mancano anche per le opere viabilistiche in corso tutt'intorno alla città. È tutto fermo, sia i lavori, che noi, bloccati nel traffico!!!