sabato 26 dicembre 2015

S.Stefano a zonzo per l'Appennino

26 dicembre 2015: abbandoniamo il freddo e la nebbia della pianura per andare a trovare sole e calore in Appennino... 
Nebbia bagnata e fredda in pianura. A Ravenna 6 gradi, tra Meldola e Civitella di Romagna vediamo anche i 4 gradi... poi ci si alza sopra la coltre grigia, ed ecco il sole!
Un inverno davvero strano, così come è strano passare per il Passo della Calla, in moto, in questa stagione, visto che solitamente fino a marzo, ci si trova ghiaccio e neve, ed è percorribile solo con catene o gomme invernali (in auto) invece, oggi, eccola:
Lasciamo il freddo e la nebbia in pianura e saliamo in Appennino...

A Stia svoltiamo a destra per un altro passo che ricorre spesso nei nostri giri appenninici (ma non invernali) lo splendido Valico di Croce ai Mori, 25 chilometri di vera wilderness, lontano da traffico e centri abitati.
Questo strano inverno ci regala molti tratti di strada asciutta e quasi pulita, mentre solo i tratti all'ombra sono scuri di umidità ed anche, ovviamente un po' scivolosi. Basta un po' di attenzione e non scollegare il cervello per divertirsi comunque in tutta sicurezza.
.

Dall'alto della strada del Croce ai Mori, la vista sulla nebbia che riempie le pianure toscane... anche questo è strano, ma questo inverno è strano. Infatti a Dicomano si entra nella nebbia, ma per poco, perchè la statale 67 del Muraglione sale, ed è subito di nuovo assolata e in parte asciutta, mentre i tratti all'ombra sono belli salati e sporchi... ma per essere a Santo Stefano, non ci si può proprio lamentare, motociclisticamente parlando :-)



Raggiungiamo il Passo del Muraglione e ci fermiamo un po', per goderci una schiacciata, le chiacchiere con i pochissimi motociclisti presenti, il sole e... le battute di Giovanni, che oggi è in piena forma.




Dopo la sosta scendiamo verso la Romagna, e ci fermiamo a Portico di Romagna: un paesino molto caratteristico che diventa, per natale, il paese dei presepi... una sosta divertente anche per scaldarsi un po' con un vin brulè bollente prima di rituffarsi in mezzo alla nebbia...





Giornata finita, ma prima di tornare nel box, la Multi si merita un veloce bagnetto per togliere il tanti sale raccolto sulle strade dell'Appennino:

Gran moto. la Multi ;-) Il regalone di Natale regala un gran divertimento: la Multistrada è davvero una moto facile, leggera, confortevole e maneggevole... un vero giocattolone! Certo, i cavalli sarebbero pure troppi, ma non è mai difficile. Tra l'altro, vista la strada fredda e sporca, opto per una mappatura molto conservativa, ed in modalità 'urban' l'elettronica aiuta davvero tanto nella gestione della moto!

Nessun commento: