sabato 26 settembre 2015

MTB: la Ciclovia Destra Po

La Ciclovia Destra Po è un facile percorso di 120 chilometri che va da Stellata (frazione del Comune di Bondeno) a Gorino, dove il Po sfocia nell'Adriatico con il ramo di Goro.
In una giornata di fine settembre, non particolarmente calda e assolata, abbiamo deciso di portare le bici fino ad Ariano Ferrarese, per poi risalire il percorso della Destra Po per una quarantina di chilometri, in modo da completare più o meno un terzo dell'itinerario.
moscerini
Ad Ariano troviamo, infatti, oltre ad un bar per un caffè, anche un parcheggio tranquillo dove lasciare l'auto e scaricare le bici. La ciclovia è ben tabellata, e ad Ariano sono presenti ben due rampe per accedere alla pista sull'argine... da segnalare anche la presenza di una piccola ma ben curata area di sosta con tavolo coperto e fontana per riempire le borracce.
Cominciamo a pedalare con calma, anche perchè sono i primi chilometri che Claudia effettua con la sua Bottecchia nuova, ed un paio di volte ci fermiamo per qualche regolazione all'altezza ed all'avanzamento della sella.
Pranzo all'altezza di Guarda
Per un po' siamo sul ramo del Po di Goro, ma a Serravalle il Po ritorna ad essere i più imponente dei fiumi italiani. Passiamo Berra, Cologna e Alberone... essere sull'argine ci consente di osservare il panorama della pianura, oltre che a quello offerto dal fiume quando non è nascosto dai pioppi... 
La cosa davvero antipatica è che cominciamo ad incontrare sciami molto folti di moscerini... migliaia, milioni di formiche volanti che ti si appiccicano e ti si infilano un po' dappertutto. Con il trascorrere dei chilometri la cosa si fa sempre più fastidiosa, perchè per non inghiottirli occorre anche ridurre al minimo le chiacchiere o le battute.
A Guarda troviamo dei lavori in corso sulla ciclovia ed è necessario scendere sulla strada provinciale. Il traffico comunque non è intenso, e raggiungiamo l'area di Mulino del Po, nei pressi di Ro. C'è un po' troppa gente e troppe auto... poi la posizione, francamente, ci sembra assurda: è sotto la rampa del ponte che attraversa il fiume e porta a Polesella! 
Anche se non abbiamo raggiunto i 40 chilometri (i contachilometri ne segnano poco più di 36) decidiamo quindi di tornare indietro. 
A Guarda torniamo sulla ciclovia e ci fermiamo a pranzare con i nostri panini nel tavolino coperto (i moscerini lì sotto ci lasciano in pace).
Il ritorno, invece, dimostrerà come i neri sciami di questi insetti si siano moltiplicati... ce ne sono praticamente fino ad Ariano...
Conclusione?
Bella, rilassante, sicura, peccato che a fine settembre non si riesca nè a parlare, nè a respirare, a causa di nuvole di moscerini da far invidia al Lago Myvatn :-( ...di percorrere gli altri due tratti (quello nord e quello che porta alla foce) ne riparliamo sicuramente solo con il ghiaccio!

Il percorso e le info:

Qualche altra foto nell'album pubblicato su Flickr: QUI

Nessun commento: